La fotogrammetria sta vivendo una nuova era, grazie all'avvento dei sistemi UAV e dei sistemi di imaging diffusi. Il concetto di documentazione vira dal 2D al 3D in maniera ormai permanente, ma la conoscenza applicativa ha necessità di comprendere le applicazioni, le potenzialità e i limiti di questo nuovo mercato delle immagini, dei modelli 3D anche essi ormai diffusi come prodotti di comunicazione in campo immobiliare, industriale e mille altri contesti. Nella sessione si metteranno a confronto le tecniche, le accuratezze, le applicazioni, chiamando ad intervenire esperti ed aziende autorevoli nel settore e dei potenziali clienti di questo nuovo e inaspettato mercato.

Comitato organizzatore del Forum

12:30 - 13:45 Uso di droni per documentare il territorio

Stampa

Tecnologie di rilievo con drone a confronto: Aerofotogrammetria VS AeroLidar, Marco Barberini, Italdron

Droni e applicazioni catastali: una scelta possibile, Gabriele Garnero, Università di Torino, Flavio Ferrante, Agenzia delle Entrate

Hypercolorimetric Multispectral Imaging: tecnologia non invasiva e precisione al servizio dei Beni Culturali, Marcello Melis, Profilocolore 

Il Drone sicuro: soluzioni per le riprese dall'alto, Simone Orlandini, Microgeo

Rilievi aerofotogrammetrici con SAPR di una diga per la progettazione di interventi evolutivi, Chiara Mozzetti, Aiviewgroup - Leica Geosystems


Moderatore: Marco di Fonzo, Corpo Forestale dello Stato


ABSTRACT DEGLI INTERVENTI 

Tecnologie di rilievo con drone a confronto: Aerofotogrammetria VS AeroLidar, Marco Barberini, Italdron

Il rilevamento del territorio con la tecnologia APR ha subito negli ultimi anni una forte accelerazione, sia riguardo ai mezzi impiegati, sia in merito ai sensori utilizzati.
La geomatica, è una disciplina in grado di supportare il professionista con numerose tecniche di acquisizione ed elaborazione, unitamente a vari strumenti per attuare il processo di rilevamento del territorio, dell’edificato e delle infrastrutture.
L’uso del Lidar applicato ai droni inizia a rappresentare una valida ed efficace alternativa per questi rilevamenti.
Un cenno finale sarà dedicato all’affidabilità degli APR: quando il sensore trasportato supera anche in ordine di grandezza il valore del drone, l’affidabilità di quest’ultimo deve essere garantita ai massimi livelli con ogni tecnologia disponibile sul mercato.

Droni e applicazioni catastali: una scelta possibile, Gabriele Garnero, Università di Torino, Flavio Ferrante, Agenzia delle Entrate

Gli Autori intendono proporre una riflessione sulle effettive possibilità, in un futuro non troppo lontano, del recepimento delle tecnologie fondate sull’utilizzo dei droni all’interno delle attività catastali, in modo da consentire le economie e i positivi riscontri della misura fotogrammetrica all’interno delle procedure di conservazione del Catasto italiano.

Hypercolorimetric Multispectral Imaging: tecnologia non invasiva e precisione al servizio dei Beni Culturali, Marcello Melis, Profilocolore

Le tecnologie multispettrali di Profilocolore, in particolare le acquisizioni con sistema HMI, sono state implementate anche per piccole fotocamere e con tecnologia a scatto singolo. Come risultato è possibile oggi avere un sistema di acquisizione nel visibile e due bande infrarosse a bordo di droni anche di modesta potenza. Profilocolore ha sviluppato una particolare procedura di calibrazione che permette di ottenere da una fotocamera modificata (350 grammi), e con singolo scatto, molte più informazioni di una normale fotocamera nel visibile od una solo nell'infrarosso, con una risoluzione di 24 megapixel.

Il Drone sicuro: soluzioni per le riprese dall'alto, Simone Orlandini, Microgeo

Il crescente utilizzo di sistemi APR e lo sviluppo di strumenti structure from motion hanno focalizzato l'attenzione degli operatori del settore verso la fotogrammetria c.d. a "bassa quota" per la mappatura di dettaglio del territorio. Alla luce delle nuove disposizioni normative è apparsa evidente la necessità di integrare camere adatte al rilievo fotogrammetrico su sistemi APR di peso limitato. Il progetto "Beecopter" nasce proprio per soddisfare questi presupposti.

Rilievi aerofotogrammetrici con SAPR di una diga per la progettazione di interventi evolutivi, Chiara Mozzetti, Aiviewgroup - Leica Geosystems

Si illustreranno le tecnologie e le procedure di pianificazione, elaborazione e processamento dei dati acquisiti da SAPR (drone) su una diga per la realizzazione di elaborati CAD a supporto della progettazione di interventi evolutivi sull'infrastruttura.